“Hai aperto la parente? Chiudila”

 

 

 

 

Delle tante coppie comiche passate alla storia del cinema, la coppia Totò e Peppino era la migliore.
La più speculare, quella che si muoveva meglio fra le pieghe dei meccanismi comici.
Totò innescava la scintilla, Peppino la raccoglieva, la ripassava a Totò, che la spegneva definitivamente.
Ma al di là del personaggio Totò, volendo limitare il mondo De Curtis solamente a questo film, non si può negarne la grande valenza storica.
Nell’Italia degli anni Cinquanta, o eri un regista impegnato o non valevi niente.
Le case di produzione volevano solo film seri ed impostati, e snobbavano i film, cosiddetti, popolari.
Che poi erano i film di successo.

“Totò Peppino e la malafemmina” a suo tempo nacque come veicolo per le canzoni di Teddy Reno e infatti il nostro si esibisce in alcni pezzi del suo repertorio.
La bella era la bionda e formosa Dorian Gray e il contrappunto comico doveva esssere garantito da Totò e Peppino.
Nei musicarelli ci doveva essere una sorta di equilibrio tra pezzi musicali e brani comici con prevalenza dei primi.
Qui l’ordine è sovvertito perchè da subito la parte comica prevale mettendo in secondo piano l’aspetto musicale e da commedia sentimentale del film.
E, diciamolo, meno male che sia così perchè di Teddy Reno e della Gray si potrebbe fare sicuramente a meno.


Questo film rappresenta uno dei vertici della comicità dei due, Peppino raramente è stato spalla così efficace nel suo essere complementare alla innata verve di Totò.
Vengono fuori i due tipi diversi di comicità: più teatrale quella di Peppino, più trasversale e anarchica quella di Totò. Comicità visiva(vedere l’arrivo dei due a Milano infagottati in pesantissimi cappotti, in testa colbacco di pelliccia e a tracolla una borraccia), giochi di parole che rasentano il surreale(vedi l’incontro con il vigile) più tante altre gag che da sole valgono la gratitudine imperitura ai due mattatori.

Qui la scheda su Amazon Prime

Luca Ergotini

Speciale Totò
Condividi su: Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone
Tag: